Caso Valsartan, l’officina Cinese non opera secondo GMP

Caso Valsartan, l’officina Cinese non opera secondo GMP

 

Un’ispezione condotta dalle autorità europee in collaborazione con l’EDQM ha accertato che il sito di produzione Zhejiang Huahai non opera in conformità alle Good Manufacturing Practices (GMP) nella produzione del principio attivo Valsartan presso il suo stabilimento di Channan a Linhai, China.

Come risultato, è stato emesso il certificato di NON conformità alla GMP per la produzione di valsartan e il sito non è più autorizzato alla produzione di valsartan (e dei suoi intermedi) per i medicinali europei.

Ciò significa che è proibito ai titolari AIC europei l’utilizzo di valsartan prodotto da tale sito produttivo per la produzione di medicinali.

Il sito produttivo è stato recentemente ispezionato anche dalla Food and Drug Administration Americana (FDA), che ha emesso un “import alert” che ha disposto il divieto di importazione negli Stati Uniti di tutti i principi attivi prodotti da Zhejiang Huahai e di tutti i medicinali contenenti tali sostanze.

Fonte: AIFAEMAFDA

 

Dopo il caso Valsartan,EMA controlla altri Sartani

Dopo il caso Valsartan,EMA controlla altri Sartani

 

Dopo il caso Valsartan, EMA avvia una valutazione anche su altri Sartani
La revisione è stata effettuata in via precauzionale dal comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’EMA, che ha valutato se le impurità riscontrate dal precendete caso Valsartan fosse estendibili anche ad altri farmaci del gruppo dei Sartani

In particolare, è stato individuato un lotto di Losartan contenere bassi livelli di NDEA

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) sta ampliando la sua analisi delle impurezze in Valsartan in seguito all’individuazione di livelli molto bassi di N-nitrosodietilammina (NDEA) in un’altra sostanza attiva, losartan, prodotta da Hetero Labs in India.

A seguito dell’individuazione di questa impurità da parte delle autorità tedesche, la revisione includerà ora medicinali contenenti altri quattro “sartani”, vale a dire
• Candesartan,
• Irbesartan,
• Losartan
• Olmesartan.

Candesartan, irbesartan, losartan, olmesartan e valsartan appartengono a una classe di farmaci noti come antagonisti del recettore dell’angiotensina II (noti anche come sartani).

I farmaci sono usati per trattare pazienti con ipertensione (pressione alta) e quelli con insufficienza cardiaca o che hanno avuto un recente infarto. Funzionano bloccando l’azione dell’angiotensina II, un ormone che costringe i vasi sanguigni e fa aumentare la pressione sanguigna.

Come il Valsartan, queste sostanze attive hanno una struttura anulare specifica (tetrazolo) la cui sintesi potrebbe potenzialmente portare alla formazione di impurità come NDEA.
Altre medicine della classe che non hanno questo anello non sono incluse in questa rivalutazione.
Sia il NDEA , sia un composto correlato N-nitrosodimetilammina (NDMA) sono classificati come probabili cancerogeni umani (sostanze che potrebbero causare il cancro).
Il modo in cui queste impurità sono venute a essere presenti durante la fabbricazione dei sartani deve ancora essere pienamente stabilito e viene valutato nella revisione in corso.
Sulla base delle tracce di NDEA viste finora in un lotto di losartan di Hetero Labs, non vi è alcun rischio immediato per i pazienti.
Pertanto si consiglia ai pazienti di non interrompere l’assunzione di losartan o altri medicinali a base di Sartan senza parlare al proprio medico.
Sono necessari ulteriori test per determinare l’entità della contaminazione e se le impurità sono presenti nei farmaci sartan al di sopra dei livelli che possono essere considerati accettabili.

Fonte : EMA – comunicato

 

Valsartan, aggiornamenti a 2 mesi dal ritiro dei farmaci

Valsartan, aggiornamenti a 2 mesi dal ritiro dei farmaci

 

Valsartan, aggiornamenti a 2 mesi dal ritiro dei farmaci 

L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha aggiornato il calcolo del rischio derivante dai medicinali a base di valsartan contenenti N-nitrosodimetilammina (NDMA), tenendo conto dei risultati degli ultimi test sul principio attivo di Zhejiang Huahai.

In linea con la precedente valutazione dell’EMA, il rischio di sviluppare il cancro nell’arco della vita è considerato basso.

 Si stima sia nel  range di 1 su 5,000 per un paziente adulto che abbia assunto un medicinale a base di valsartan contenente NDMA alla più alta dose (320 mg) ogni giorno da luglio 2012 a luglio 2018.

La valutazione del rischio da parte di EMA si basa  sui livelli medi di NDMA nella sostanza attiva prodotta da Zhejiang Huahai dal 2012 (quando l’azienda ha cambiato il suo processo di produzione) e sul presupposto che tutto il NDMA sia trasferito nel prodotto finito.

I pazienti che hanno assunto valsartan a dosi più basse o per periodi di tempo più brevi presentano un rischio inferiore.

Il rischio sarà anche inferiore per quei pazienti che hanno assunto valsartan prodotto da Zhejiang Tianyu, che ha dimostrato avere quantità inferiori di NDMA rispetto a valsartan prodotto da Zhejiang Huahai.

La stima di un più basso rischio è in parte supportata da uno studio danese che monitorava i pazienti che avevano assunto medicinali contenenti valsartan prodotto da Zhejiang Huahai negli ultimi 6 anni. Tuttavia, gli autori osservano che i pazienti sono stati seguiti per un periodo relativamente breve (4,6 anni in media).

Oltre alla NDMA, l’EMA sta valutando l’impatto di una sostanza correlata, N-nitrosodietilammina (NDEA), che è stata rilevata nel valsartan prodotto da Zhejiang Huahai utilizzando il suo precedente processo di fabbricazione, prima dell’introduzione delle modifiche nel 2012.

Sia NDEA che NDMA appartengono alla classe delle nitrosamine e sono classificate come probabili cancerogeni nell’uomo (sostanze che potrebbero causare il cancro).

I dati sui livelli di NDEA sono attualmente molto limitati e l’EMA fornirà ulteriori informazioni sul fatto che la sua presenza possa avere un impatto sulla valutazione del rischio una volta che siano disponibili ulteriori informazioni.

Sebbene la revisione riguardi tutti i medicinali a base di valsartan, l’attenzione si è concentrata sui farmaci contenenti la sostanza attiva prodotta da  Zhejiang Huahai e Zhejiang Tianyu dove sono stati confermati livelli inaccettabili di NDMA.

Le autorità dell’UE hanno ora effettuato ispezioni dei siti di produzione di entrambe le società in Cina e prenderanno in considerazione i risultati.

I medicinali a base di valsartan di Zhejiang Huahai e Zhejiang Tianyu sono stati ritirati e non vengono più distribuiti nell’UE.

Entrambe le società non sono attualmente autorizzate a produrre valsartan per medicinali da vendersi nell’UE.

L’EMA continua a lavorare a stretto contatto con le autorità nazionali, i partner internazionali e l’EDQM per raccogliere le informazioni necessarie che consentirebbero, in primo luogo, all’Agenzia di comprendere meglio il motivo per cui le impurezze erano presenti nella sostanza attiva.

Sulla base dell’esito finale della revisione, le autorità dell’UE prenderanno le misure necessarie per garantire che problemi simili non si verifichino più in futuro.

Ricordiamo che

  • La presenza di un’impurezza è stata riscontrata nel principio attivo valsartan prodotto dall’officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, Duqiao, Linai (China) e attualmente risulta che l’impurezza sia presente solo nei prodotti fabbricati nel sito citato.
  • L’impurezza è la N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come sostanza probabilmente cancerogena per l’uomo, che sarebbe presente nei lotti di materia prima utilizzati per produrre i medicinali contenenti valsartan oggetto di ritiro.
  • Valsartan è un antagonista del recettore dell’angiotensina II usato per trattare l’ipertensione e l’insufficienza cardiaca. È disponibile da solo o in combinazione con altri principi attivi.
  • Per i pazienti trattati con i medicinali riportati nell’elenco di cui sopra la terapia può essere sostituita con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell’angiotensina II.
  • I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell’elenco sopra riportato possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o  con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell’elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell’angiotensina II.

Elenco dei prodotti e dei lotti interessati:

 

Fonte: AIFA

 

il caso Valsartan, ecco il comunicato EMA.

il caso Valsartan, ecco il comunicato EMA.

 

L’Agenzia europea dei medicinali (EMA) sta revisionando i medicinali contenenti il principio attivo valsartan fornito da Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, un’azienda di Linhai, Cina.

La revisione è stata avviata dopo che l’Azienda ha rilevato un’impurezza, N-nitrosodimetilammina (NDMA), nel principio attivo valsartan che l’azienda fornisce ai produttori di alcuni medicinali a base di valsartan disponibili nell’Unione Europea (EU).

L’NDMA è classificata come probabile cancerogeno per l’uomo (una sostanza che potrebbe causare il cancro) in base ai risultati di test di laboratorio.

La presenza di NDMA è imprevista e si ritiene che sia correlata alle modifiche nella modalità in cui la sostanza attiva è stata prodotta.

Mentre la revisione è in corso, le autorità nazionali di tutta l’UE stanno ritirando tutti i medicinali contenenti valsartan fornito da Zhejiang Huahai.

I medicinali a base di valsartan sono usati per trattare i pazienti con ipertensione, al fine di ridurne le complicazioni come infarto e ictus. È anche utilizzato in pazienti che hanno avuto insufficienza cardiaca o un recente infarto.

La revisione di EMA esaminerà i livelli di NDMA in questi medicinali a base di valsartan, il suo possibile impatto sui pazienti che li hanno assunti e quali misure possono essere adottate per ridurre o eliminare l’impurezza dai futuri lotti prodotti dall’azienda.

Per precauzione, la revisione valuterà anche se altri medicinali a base di valsartan potrebbero essere interessati. La revisione sarà condotta dal Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’EMA.

Informazioni per i pazienti

• È stata rilevata un’impurezza inattesa nel principio attivo utilizzato per preparare alcuni medicinali a base di valsartan.

• In UE solo alcuni medicinali a base di valsartan sono interessati e solo questi vengono ritirati.

• Non deve interrompere l’assunzione del medicinale a base di valsartan a meno che non le sia stato suggerito dal medico o dal farmacista.

È possibile che le venga consigliato con una nuova prescrizione un diverso medicinale sempre a base di valsartan (o un trattamento alternativo).

• Se ha domande sul trattamento, parli con il suo farmacista che potrà informarla se il suo medicinale deve essere ritirato.

• Se è coinvolto in uno studio clinico con valsartan e ha domande, parli con il medico che conduce lo studio clinico.

• L’EMA valuterà se l’impurezza può comportare rischi per i pazienti. Ulteriori informazioni saranno fornite quando disponibili. Informazioni per gli operatori sanitari

• La N-nitrosodimetilammina (NDMA) è stata rilevata nel principio attivo valsartan prodotto dalla Zhejiang Huahai Pharmaceuticals.

• Di conseguenza, i medicinali a base di valsartan contenenti il principio attivo prodotto dai Zhejiang Huahai vengono richiamati in tutta l’UE.

• Le autorità nazionali stanno contattando i farmacisti per dare informazioni sui farmaci da ritirare.

• L’EMA sta valutando il potenziale impatto sui pazienti dell’esposizione a NDMA nei medicinali a base di valsartan. Ulteriori informazioni saranno fornite quando disponibili.

Fonte: Comunicato EMA