Montelukast ringiovanisce il cervello ?

Montelukast ringiovanisce il cervello ?

Il Montelukast può ringiovanire le cellule datate del nostro cervell0?

Uno studio effettuato su topi rivela che 6 settimane di montelukast ha migliorato significativamente la capacità di apprendimento e di memoria dei roditori più anziani ed le loro performance nei test cognitivi erano simili se non pari a quelli dei roditori più giovani.

leggi lo studio originale

Montelukast sembra agire attraverso una combinazione di effetti che riduce l’infiammazione del cervello e stimola la crescita di neuroni nell’ippocampo.

Montelukast non migliora le performance dei topi giovani.

I ricercatori sperano di poter riprodurre uno studio clinico su pazienti affetti da demenza , per vedere Montelukast ha effetti benefici anche sul cervello umano.

Con l’avanzare dell’età , il cervello umano perde colpi , perdita di memoria e una ridotta capacità di imparare sono dovuti al rallentamento della crescita di nuove cellule neuronali.

Ma perchè il Montelukast ?

Si vide che Eotassina , un agente infiammatorio che si sviluppa nei soggetti asmatici , è presente anche nel sangue delle persone anziane vicine al declino cognitivo. Si scelse il Montelukast perchè blocca l’infiammazione nei soggetti asmatici , e potrebbe fare lo stesso anche per l’infiammazione del cervello.

E’ stato somministrato una dose giornaliera di Montelukast ai roditori di 4 mesi e 20 mesi , gli ultimi equivalgono ai 65-70 anni umani. I topi più anziani mostravano segni di declino cognitivo , ma non di demenza.

Dopo numerosi giorni di addestramento , ad esempio nell’individuazione e recupero di un oggetto in una piccola piscina , i comportamenti tra i topi più giovani e quelli anziani erano simili.

Si vide che nei topi  anziani che avevano assunto Montelukast anzichè un placebo , si erano sviluppati più neuroni nuovi e vi era una ridotta infiammazione cerebrale.

Montelukast oltre a fornire i suoi effetti sulla neurogenesi riduce l’infiammazione neuronale . Questo tipo di infiammazione è una delle possibili cause dell Alzeheimer , ed il suo utilizzo in futuro in terapia potrà dare risultati promettenti.
Fonte: NatureThe Guardian

Sviluppare organi con le cellule staminali , si fanno passi avanti .

Sviluppare organi con le cellule staminali , si fanno passi avanti .

Metti “Mi Piace” alla nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato- clicca qui

Sviluppare organi con le cellule staminali , si fanno passi avanti .

Un gruppo di ricercatori Australiano ha sviluppato un rene e un intestino ancora  immaturi , ma che destano grandi speranze.

L’obiettivo , un giorno , è quello di poter sviluppare organi a partire dalle cellule staminali del paziente superando cosi gli problemi di , disponibilità di organi , e di  rigetto dei trapianti tradizionali

 

Stem Cells Used to Grow Kidney and Intestine

Two groups of scientists made important advances in the quest to use stem cells to enable patients to grow their own organs for transplant.

An Australian team grew a primitive kidney and an American team created rudimentary intestines, NBC Newsreported.

The studies appear in the journals Nature and Regenerative Medicine, respectively.

The goal is to find a way to use a patient’s stem cells to create lab-grown organs that are a perfect genetic match for that patient, NBC News reported.

Fonte  NBCnews leggi l’articolo completo