Report e l’inchiesta sull’uso intensivo degli Antibiotici

Report e l’inchiesta sull’uso intensivo degli Antibiotici

Puntata interessantissima quella della trasmissione Report di Rai 3  del 29 maggio scorso, il tema della puntata ha avuto come unico protagonista gli antibiotici ed il loro uso sconsiderato sia in campo alimentare che in campo sanitario.

Le immagini non sono adatte ad un pubblico sensibile.

Il video completo è disponibile sul sito ufficiale RAI e lo potrete visualizzare cliccando il link qui sotto:

http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-0aa4ce03-6d57-40fa-9e8c-bfe98722520d.html

La replica della nota azienda accusata dell’uso intensivo di farmaci per l’allevamento dei propri animali :

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/05/30/antibiotico-resistenza-le-immagini-di-report-dallallevamento-di-amadori-la-replica-visione-parziale-e-scorretta/2780793/

Cotrimossazolo con Ace Inibitori rischio morte improvvisa

Cotrimossazolo con Ace Inibitori rischio morte improvvisa

Secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal il Cotrimossazolo (Sulfametoxazolo/Trimetoprim) sarebbe causa di morte improvvisa in uno speciale tipo di popolazione.

Leggi Articolo pubblicato su British Medical Journal

Questo studio mette in relazione i dati ottenuti dal 1994 al 2012 ed include pazienti da 66 anni in su che sono in terapia con ACE inibitori o Antagonisti dei recettori per l’angiotensina e che sono morti all’improvviso 7-14 giorni dopo aver iniziato ad assumere un antibiotico.

Di quasi 1,5 milioni di pazienti inclusi in questo studio , all’incirca 40.000 sono morti improvvisamente dopo aver iniziato una terapia antibiotica.
I risultati mostrano che , in un gruppo specifico della popolazione , 3 ogni 1000 inidividui in terapia con ACE inibitori o Antagonisti dei recettori per l’angiotensina , e che assumono Cotrimossazolo (Sulfametoxazolo/Trimetoprim) muoiono improvvisamente entro 7-14 giorni.

Questi risultati diventano significativi quando comparati con gli studi di coorte , che registra solo 1 morte improvvisa per 1000 pazienti.

Studi precedenti hanno evidenziato come i pazienti anziani in terapia con ACE inibitori o Antagonisti dei recettori per l’angiotensina , ed assumono Cotrimossazolo (Sulfametoxazolo/Trimetoprim) hanno aumentato il rischio di ospedalizzazione causato dall’Ipercalemia.

Gli autori dello studio precedente hanno teorizzato che l’aumento del rischio di morte improvvisa nello studio di coorte era associato ad un rapido e significativo aumento del potassio , causandone la morte del paziente per un artmia non riconosciuta.

Nei pazienti in terapia con ACE inibitori o Antagonisti dei recettori per l’angiotensina  sarebbe appropriato e prudente , valutare una terapia antibiotica diversa e sopratutto monitorare i livelli di potassio sierico.

Fonte originale : British Medical Journal – AIFA – Pharmacytimes.com –

Antibiotici, fanno ingrassare ?

Antibiotici, fanno ingrassare ?

L’assunzione continua di antibiotici sembra essere collegata all’aumento di peso nei bambini, e potrebbe essere determinante anche per il loro peso futuro.

I ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School in Baltimora analizzando I dati di 164.000 giovani americani hanno osservato che il 21% di loro hanno ricevuto 7 o più volte prescrizioni di antibiotic durante la loro infanzia

All’età di 15 anni  coloro che hanno assunto antibiotici pesano di più di coloro che non hanno assunto antibiotici; il loro Indice di massa corporea potrebbe essere alterato per sempre dagli antibiotici assunti durante l’infanzia.

Questo studio mostra solo questo tipo di associazione  ,  ma non è ancora dimostrabile una relazione causa effetto  tra l’uso di antibiotici e l’aumento di peso.

Precedenti studi suggeriscono che l’uso continuo di antibiotici  potrebbe alterare in modo permanente  la flora batterica intestinale , quindi , alterano il modo in cui il cibo viene disgregato e l’assorbimento calorico, e quindi un possibile aumento di peso.

 

Fonte: Drugs.com

 

In Portogallo – La situazione NON è sotto controllo – Batterio killer resistente agli antibiotici

In Portogallo – La situazione NON è sotto controllo – Batterio killer resistente agli antibiotici

“Non si può dire che la situazione sia sotto controllo”, queste sono state le parole del portavoce del responsabile del servizio di controllo delle infezioni Margarida Mota.

In Portogallo un batterio resistente agli antibiotici , sta seminando il panico nella popolazione , ha causato la morte di otto persone. Altre trenta persone sono state ricoverate nell’ospedale di Vila Nova de Gaia, nei pressi di Oporto.

Il “super batterio” è lo Klebsiella Pneumoniae e la prima infezione è stata individuata il 7 agosto.

leggi l’articolo in Portoghese del giornale on line JN

Ma cosa è il batterio  Klebsiella Pneumoniae ???

fonte : si24.it